Come sbiancare le lenzuola ingiallite in lavatrice

Se avete delle lenzuola ingiallite, ci sono diversi modi per sbiancarle. Alcuni di essi prevedono di immergerle nell’acqua ossigenata o nel bicarbonato di sodio prima di metterle in lavatrice. Se utilizzate l’acqua ossigenata, però, assicuratevi di non mescolarla con altri prodotti come l’aceto o la candeggina.

Bicarbonato di sodio
Se le lenzuola sono ingiallite, non è necessario buttarle. Provate invece ad aggiungere 1/2 tazza di bicarbonato di sodio al ciclo di lavaggio. Questo trucco rimuoverà le macchie gialle dalle lenzuola e neutralizzerà anche gli odori. Il bicarbonato di sodio può essere utilizzato anche per rimuovere le macchie da indumenti e biancheria che hanno un cattivo odore.

Il succo di limone è un’altra opzione naturale per sbiancare le lenzuola ingiallite. Contiene acido citrico, che è un agente sbiancante naturale. Il succo di limone è anche un efficace deodorante e ammorbidente. Se avete una macchina che utilizza un detersivo liquido, potete mescolare il succo di limone con esso per ottenere un effetto sbiancante più potente. Potete anche usare il succo di limone per carichi più piccoli.

Un altro modo per ottenere lenzuola bianche è usare la candeggina in lavatrice. Questa funziona reagisce con le proteine presenti nelle lenzuola e ne schiarisce il colore. A tale scopo si può utilizzare anche il perossido di idrogeno o il normale detersivo per bucato. Si tratta di un metodo naturale per sbiancare le lenzuola e il risultato saranno lenzuola più bianche che mai.

La candeggina non solo è tossica per l’ambiente, ma degrada anche la morbidezza del cotone. Inoltre, ha un odore terribile. Tuttavia, sono riuscita a ottenere lenzuola più bianche dopo aver usato questo metodo. Consiglio di usare una piccola quantità e di lavare un lenzuolo alla volta. Mescolate sempre la miscela per assicurarvi che la soluzione sia distribuita in modo uniforme.

Un’altra opzione per sbiancare le lenzuola ingiallite è il borace, o borato di sodio. Il borace è un minerale bianco in polvere che si può acquistare nei negozi di alimentari. Usatene mezza tazza per litro d’acqua. Il borace è un’ottima opzione perché reagisce con le macchie di proteine e rimuove anche gli odori dalle lenzuola.

Borace
Il borace è un composto chimico che può essere aggiunto alla lavatrice. È possibile aggiungerne qualche tazza a un normale carico di biancheria e lasciarlo scorrere. Il borace non si scioglie nell’acqua fredda, ma ammorbidisce i capi e inibisce la crescita della muffa. Inoltre, neutralizza gli odori di muffa.

Il borace è una sostanza chimica meno tossica della candeggina al cloro. Tuttavia, è altrettanto efficace. Se le lenzuola sono ingiallite a causa di una macchia resistente, potete provare a metterle a bagno nel borace prima di lavarle. Tuttavia, dovrete usarne di più per i carichi più grandi.

Anche la candeggina può essere aggiunta al detersivo per il bucato. Di solito è sufficiente aggiungere mezza tazza di candeggina al cestello della lavatrice e al ciclo di lavaggio. Se non vi piace l’odore della candeggina, provate a usare il perossido di idrogeno. Anche i candeggianti all’ossigeno non clorurati possono aiutare a mantenere le lenzuola bianche. L’azzurrante liquido è stato utilizzato come rimedio casalingo per le lenzuola ingiallite fin dal 1870. Ha un effetto sbiancante sulle macchie di proteine.

Se non vi sentite a vostro agio con l’azzurrante liquido, potete provare con il succo di limone. Il succo di limone ha proprietà sbiancanti e antiodore. Una o due tazze di succo di limone sono sufficienti per pulire un lenzuolo. Potete anche provare a immergere la biancheria nel succo di limone per tutta la notte. Poi potete lavarla come fate normalmente con il vostro bucato.

Il borace aiuta anche a migliorare la qualità dell’acqua. Grazie al suo pH elevato, il borace aiuta a neutralizzare l’acqua. Inoltre, aiuta a rimuovere il grasso e le macchie di cibo. Inoltre, inibisce la crescita di funghi e batteri.

Perossido di idrogeno
Se vi siete mai chiesti come sbiancare le lenzuola ingiallite, la risposta è l’acqua ossigenata. Le proprietà ossidanti e disinfettanti del perossido di idrogeno lo rendono lo smacchiatore perfetto. Le macchie gialle sono spesso causate da cibi oleosi versati o da sporcizia. Se le lenzuola sono macchiate di grasso o di sporcizia, sono un pericolo per la salute.

Sebbene l’acqua ossigenata in lavatrice sia una soluzione efficace per rimuovere le macchie, in alcuni casi può anche essere dannosa. La sua proprietà ossidante può irritare la pelle e gli occhi. È meglio usarla solo quando è necessario e in piccole quantità.

Il perossido di idrogeno può essere utilizzato in molti lavori domestici. Si può usare per rimuovere le macchie, pulire la lavatrice ed eliminare gli odori. Si tratta di una candeggina leggera a base di ossigeno, sicura per quasi tutti i tessuti lavabili. È anche più ecologica della candeggina al cloro.

Un altro modo per sbiancare le lenzuola ingiallite durante il lavaggio è utilizzare la candeggina ossigenata. OxiClean White Revive è un’ottima opzione per sbiancare le lenzuola senza candeggina. Basta mescolarne un quarto di cucchiaino con un quarto d’acqua nella lavatrice. Questa miscela sbiancherà le lenzuola e rimuoverà le macchie gialle. Assicuratevi di controllare le indicazioni riportate sul contenitore.

Anche il perossido di idrogeno è un’alternativa sicura alla candeggina a base di cloro e ossigeno. Questa alternativa è disponibile nell’armadietto dei medicinali e può essere utilizzata per sbiancare la biancheria. Può anche essere aggiunta al dispenser del detersivo come detergente e aggiunta al normale ciclo di lavaggio. Tuttavia, assicuratevi di testare prima la candeggina sui colori scuri per verificare che funzioni bene.

La candeggina
Esistono diversi metodi per sbiancare le lenzuola ingiallite. Alcuni usano la candeggina al cloro. Tuttavia, non è consigliabile. Questa sostanza è dura per il cotone ed è tossica. Inoltre, rilascia fumi nell’aria. Inoltre, l’acqua può essere maleodorante, quindi non bisogna sovraccaricare la macchina. Nella lavatrice deve entrare un solo lenzuolo alla volta e bisogna anche mescolare l’acqua ogni pochi minuti.

Un altro modo per sbiancare le lenzuola ingiallite è usare l’acqua ossigenata. Questa sostanza può essere aggiunta al detersivo. Il succo di limone non solo sbianca le lenzuola, ma elimina anche gli odori. Inoltre, neutralizza l’odore dell’aceto. Attenzione però a non mescolare il perossido di idrogeno con l’aceto o la candeggina.

La candeggina è un’opzione popolare per sbiancare i tessuti. Anche se la candeggina non rimuoverà completamente la macchia gialla dalle lenzuola, aiuterà a ripristinare il colore originale. Aggiungendo un cucchiaio di candeggina al ciclo di lavaggio, le lenzuola diventeranno più bianche di prima. L’uso della candeggina ridurrà anche l’ingiallimento della biancheria bianca.

Il succo di limone contiene acido citrico, che può sbiancare le lenzuola. Può anche essere mescolato con il detersivo per bucato o con l’aceto pre-imbevuto per ottenere un bianco brillante. Il limone è un agente sbiancante naturale e la fragranza agrumata aiuta a neutralizzare l’odore sgradevole dell’aceto. In alternativa, potete usare l’aceto bianco come soluzione di pre-ammollo. Questo metodo vi permetterà di ottenere lenzuola bianche e prive di odori sgradevoli.